Tecnoborsa

Tecnoborsa

Tecnoborsa

Una recente indagine di Tecnoborsa rivela che per comprare casa è tornata la voglia di rivolgersi in agenzia, il 61,3% di coloro che hanno acquistato un immobile ha scelto un intermediario e questa percentuale è destinata a crescere, grazie anche alla fiducia che i clienti mostrano per le agenzie.
Nonostante la diffusione di Internet, che permette ai potenziali acquirenti di ricercare gli immobili in modo autonomo, è comunque utile avere al proprio fianco un professionista che aiuta e da consigli durante la compravendita, in quanto, si potrebbero verificare vari intoppi dovuti ad esempio agli arretrati delle spese di condominio oppure a piccole difformità catastali.
Ma ricordate che se vi affidate ad un agente per comprare casa, verificate sempre che sia un intermediario abilitato.
Per quanto riguarda le informazioni da ricevere sull’appartamento che si sceglie di visionare, anche alla prima visita, un buon agente deve saper riferire la condizione dell’immobile a livello urbanistico, catastale e ipotecario. Deve subito comunicare la presenza di eventuali difformità da sanare e, se il cliente lo richiede, deve produrre i documenti atti a confermare quanto afferma.
Prima della firma del contratto preliminare di acquisto è buona norma che l’agente lo invii in anticipo a entrambe le parti, che potranno così verificare la presenza di articoli dubbi su cui chiedere chiarimenti o modifiche. L’agenzia, inoltre, si rivela una guida sicura per chi acquista a scopo di investimento perchè quando tocca a un agente rintracciare il conduttore idoneo, si fa uno screening al posto del proprietario, che così è certo di concedere l’immobile a un inquilino affidabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *